Chi siamo

Questa è una storia di passioni che dura da quasi un secolo: l’amore di Saro e Tina l’uno per l’altra, la dedizione di una famiglia per i libri, il piacere di chi frequenta queste stanze tappezzate di libri, la gioia della condivisione da parte dei librai che vi hanno lavorato e di quelli che oggi ancora vi lavorano e di quegli amici lettori che vi collaborano, il piacere di un mestiere tanto amato, di guidare verso orizzonti di senso che possono trasformare il già noto. In questi anni la libreria come il corpo di un amante si è modulata e trasformata accogliendo le richieste mutevoli e i tempi cangianti. Il risultato è che la Casa del Libro Rosario Mascali è da anni la libreria storica della città di Siracusa, il giardino fiorito di moltissime generazioni di lettori.

Apre nel marzo del 1930 in via Maestranza, 20, a opera dei fratelli Matteo di Catania ed è ancora lì, oggi, la sua sede. I due librai ne fanno in principio un “Deposito delle Pubblicazioni di Stato” (di cui ancora si conserva la targa), posto strategicamente a Siracusa poiché il suo porto è molto usato per inviare beni ai coloni in Africa. Nel 1942 la libreria viene rilevata dall’allora impiegato Rosario Mascali, che la trasforma nel salotto culturale della città, ospitando illustri scrittori, e aprendo una piccola editrice (Mascali Editore) dal 1935 al 1985.

La libreria diventa presto il punto di riferimento di generazioni di studenti, molti dei quali usufruiscono di crediti e sconti speciali legati alle condizioni economiche familiari. Il libraio Rosario crede infatti nel compito divulgativo della lingua italiana e del sapere, onere delle librerie in tutt’Italia durante i primi decenni del dopoguerra.

La sua libreria è da sempre punto di approdo per scrittori, studiosi e poeti, italiani e stranieri, di intellettuali di ogni tipo, e di registi, attori, insegnanti e allievi dell’INDA (Istituto Nazionale del Dramma Antico).

Diventa presto Fiduciaria di diversi marchi editoriali e dal 2007 è tra i soci della Associazione Librerie Antiquarie e Storiche d’Italia. Come pure è da sempre socia dell’ALI (Associazione Librerie Italiane).

Rosario Mascali è stato onorato di diversi articoli pubblicati su quotidiani e riviste, della carica di Cavaliere del Lavoro e altri attestati di benemerenza da parte di enti e associazioni. Alla sua scomparsa gli è stata dedicata una piazza e un convegno dal titolo “Gli editori siracusani del primo Novecento: Gubernale e Mascali” (organizzato nel 2002 dalla Società Dante Alighieri di Siracusa e promossa dalla Biblioteca Comunale di Siracusa e dal Dipartimento di Filologia Moderna dell’Università di Catania).

Rilevata nel 2013 da una delle nipoti di Rosario, Marilia Di Giovanni, la libreria ha ridato smalto alla sua vocazione ripercorrendo il cammino del primo libraio: che la libreria fosse cioè luogo di incontro e confronto pacifico di idee e visioni del mondo molteplici, spazio di dialogo e a volte di conforto.

Dal 2015 è nata l’associazione “Amici della Casa del Libro”, con una cinquantina di soci, non solo siracusani, che sostengono le attività culturali già in essere e ne inventano di nuove. La libreria ha mantenuto il ruolo di hub di iniziative sparse per l’isola di Ortigia e organizzate in collaborazione con privati, con altre associazioni e con gli enti locali.

Fra i frequentatori della Casa del Libro Rosario Mascali ricordiamo Leonardo Sciascia, che fu grande amico del libraio Rosario, Elio Vittorini, Vitaliano Brancati, Salvatore Quasimodo, Nino Salvaneschi, Carlo Levi, Teresa Carpinteri, Laura di Falco (che intrattenne con il libraio editore un fitto epistolario) e il grande storico Denis Mack Smith.

Negli ultimi anni, Marilia, la nuova libraia, conduce le attività insieme allo scrittore Angelo Orlando Meloni e a tanti carissimi amici e collaboratori, e la Casa del Libro ha fatto breccia anche on line, con un suo sito e un suo e-shop, curato a distanza da Salvatore Passaro. Tante le iniziative portate avanti, cinque circoli di lettura in italiano e due in lingue straniere, innumerevoli dibattiti e cicli di presentazioni di libri ed editori, con centinaia di autori che sono stati ospitati nelle nostre stanze, tanto che citarli tutti sarebbe impossibile. E poi i corsi di scrittura creativa, le notti bianche delle librerie, le giornate mondiali contro la violenza alle donne e ai minori, le letture sceniche a opera di amici e soci, gli “eventi divergenti” pensati dalla libraia (come i “libri viventi”, le letture bilingue delle “mille e una notte”, il laboratori di lettura per i bambini, gli incontri delle “Operette medicamentose”), gli eventi in collaborazione con associazioni ed enti locali (per esempio le scuole della provincia di Siracusa, ma anche gli allievi dell’Inda, le associazioni naturalistiche, la Società Dante Alighieri e molti altri soggetti attivi nel mondo culturale e nel sociale).

Grazie all’intuizione di Angelo la libreria si è inoltre aperta al settore fumetti, sia d’autore sia supereroistici sia i manga del sol levante, che ha visto crescere il numero di giovanissimi fra i clienti abituali.

Nel 2018, infine, a coronamento di una storia lunga quasi un secolo, la Casa del Libro Rosario Mascali è stata riconosciuta come patrimonio culturale collettivo e quindi inserita nell’albo delle librerie storiche.