agosto 2018 - Casa del Libro
Furore di John Steinbeck

Furore di John Steinbeck

“Gli sceriffi assoldarono altri vicesceriffi e ordinarono altri fucili; e la gente comoda nelle case asciutte provò dapprima compassione, poi disgusto, infine odio per la gente affamata”.

Furore (Grapes of wrath) di John Steinbeck è un capolavoro assoluto del Novecento. Ripubblicato da Bompiani nella nuova e scintillante traduzione di Sergio Claudio Perroni, è diventato uno dei libri più richiesti alla Casa del libro Mascali, forse perché le tematiche del romanzo sono tremendamente attuali. E siccome noi della Casa del libro amiamo alla follia questo gigante della letteratura mondiale, nonché premio Nobel del 1962, non possiamo che rallegrarci di questo rinnovato interesse e invitare tutti voi amici che non avete ancora fatto conoscenza con l’opera struggente di questo formidabile genio a fare un salto in libreria per dare un occhio ai suoi meravigliosi romanzi.

On writing

On writing

“A costo di essere brutalmente sincero, se non avete tempo per leggere, non avete nemmeno il tempo (o gli attrezzi necessari) per scrivere. Punto e basta. La lettura costituisce il nucleo creativo della vita di un autore”.

Così Stephen King (nella traduzione di Giovanni Arduino) nel suo “On writing, autobiografia di un mestiere”, che ci sentiamo di consigliare a tutti, a chi è in cerca di qualche valida dritta prima di cimentarsi con la scrittura e a chi è semplicemente in cerca di un gran bel libro.

Maledetto italiano – Colapesce

Maledetto italiano – Colapesce

Siracusa da qualche anno offre una scena musicale alternativa molto interessante e tra i musicisti che si sono fatti maggiormente notare – in tutta Italia – c’è sicuramente Colapesce, alias Lorenzo Urciullo, originario di Solarino e da anni alla “conquista” dell’Italia con i suoi dischi e i suoi spettacoli dal vivo sempre fantasiosi e musicalmente densissimi. A certificare il successo e l’indiscutibile talento del cantautore siciliano giunge anche un libro Colapesce, maledetto italiano di Pierluigi Casadei, pubblicato dalla prestigiosa casa editrice Arcana.

“Nel panorama attuale, Colapesce è una mosca bianca. Come un artigiano, cura i suoi dischi con la massima attenzione, scrive testi poetici e rigorosi, rifugge da facili ritornelli e imbastisce arrangiamenti che lo portano lontano dalle soluzioni troppo spesso trite del cantautorato italiano. Se è un cantautore, lo è alla maniera dei più grandi”, così la quarta di copertina del volume, che ovviamente potete trovare alla Casa del libro.

Siracusa: una città che scrive

Siracusa: una città che scrive

La Casa del Libro Rosario Mascali ha sempre avuto una sua vocazione non solo per la diffusione dei grandi classici, ma anche e soprattutto per la diffusione della letteratura contemporanea. Autori come Elio Vittorini e Leonardo Sciascia, due giganti del Novecento italiano, erano cari amici della nostra libreria. Non possiamo pertanto evitare di notare come Siracusa negli ultimi anni sia diventata una città che scrive. Tanto che un piccolo esercito di autori siracusani è riuscito a crearsi uno spazietto tutto suo all’interno del panorama letterario. Non si tratta necessariamente di una scuola o di un gruppo coordinato, anche se ricordiamo con affetto un divertente articolo di Carmelo Maiorca, sulla rivista L’isola dei Cani, in cui questi nuovi autori venivano definiti come la “new matalotta” aretusea, perché se è vero che alcuni di questi scrittori si conoscono e si frequentano, altri probabilmente non si sono mai incontrati e forse ignorano l’esistenza l’uno dell’altro. Spetta a noi librai, allora, rimettere assieme i pezzi e invitarvi alla scoperta di questo fertile momento della nostra storia cittadina: il momento in cui gli scrittori siracusani hanno ricominciato a fare parlare del loro lavoro in tutta Italia.

La nostra rassegna partirà però da due case editrici: VerbaVolant edizioni, che da qualche anno si sta facendo apprezzare non solo per le sue splendide pubblicazioni per ragazzi, e sarebbero troppe per elencarle tutte, ma anche per le ristampe dei romanzi di Laura Di Falco, una scrittrice originaria di Canicattini Bagni, più volte finalista al premio Strega, che era stata “dimenticata” dall’editoria nazionale prima che i ragazzi di VerbaVolant le dedicassero l’attenzione che merita; e Letteraventidue, una casa editrice specializzata in testi scientifici su architettura e dintorni, dal taglio a volte felicemente pop, famosa per la cura con cui confeziona i suoi volumi. Passiamo adesso agli autori, che qui citeremo uno dopo l’altro in ordine sparso, sperando di non dimenticare nessuno: Annamaria Piccione, autrice di circa cento (bellissimi) libri per ragazzi, pubblicati dai maggiori editori italiani, da Feltrinelli a Mondadori, passando per qualche casa editrice indipendente, come Matilda editrice, che ha dato alle stampe da poco Se dico no è no; Simona Lo Iacono, magistrato e scrittrice, i cui romanzi storici sono stati pubblicati con successo da Giulio Perrone editore, edizioni E/O e Neri Pozza; Giuseppina Norcia, autrice – tra le altre opere – di Siracusa, dizionario sentimentale di una città, uno dei libri più venduti alla Casa del Libro; Alberto Minnella, giallista, creatore del commissario Portanova e delle sue indagini in un’affascinante Siracusa degi anni ’60 perfettamente ricostruita; Mario Fillioley, di cui l’esordio per minimum fax, Lotta di classe, è semplicemente imperdibile; Veronica Tomassini, giornalista (“La Sicilia”, “Il fatto quotidiano”) e scrittrice; Daniele Zito, autore di romanzi e saggi pubblicati da Hacca, Fazi e Laterza; Annalisa Stancanelli, autrice per Mondadori Electa del thriller caravaggesco Il vendicatore oscuro; Giovanna Strano, che con Vincent in love ha romanzato la vita di Van Gogh; Salvo Salerno, autore del romanzo Era solo il mio nome; Josina Fatuzzo, di cui ricordiamo l’ultimo romanzo, La mastrarua, pubblicato da Lombardi editore; Arturo Belluardo, con il suo romanzo d’esordio ultrasiracusano: Minchia di mare, pubblicato da Elliot; Stefano Amato, i cui romanzi ucronici, postmoderni e fantasiosi sono stati pubblicati da Transeuropa, VerbaVolant, Hacca, Lettera22, Feltrinelli e Marcos y Marcos; il compianto Ettore Randazzo, di cui ricordiamo oltre ai saggi pubblicati da Sellerio anche il giallo Doppio inganno; Gianfranco Damico, affermato divulgatore i cui libri dai contenuti illuminanti (pubblicati da Feltrinelli) sono scritti con uno stile così nitido, vivido e immaginifico che potrebbe suscitare invidia in più di un romanziere; Maria Lucia Riccioli, di cui ricordiamo il romanzo Ferita all’ala un’allodola, pubblicato da Giulio Perrone editore; Raimondo Raimondi, narratore e poeta, di cui ricordiamo qui l’ultimo romanzo, La cattiveria del silenzio, pubblicato dalle edizioni Il Foglio; Luca Raimondi, romanziere e curatore di antologie, di cui citiamo qui Il grande chihuahua (scritto insieme al compositore siracusano Joe Schittino) e l’antologia I signori della notte; Luciano Modica, con il suo giallo Piove cenere; Angelo Orlando Meloni, autore di due romanzi pubblicati dal Del Vecchio editore; Michele Gambino, autore di Enjoy Sarajevo, pubblicato da Fandango libri; e infine, last but not least, Lucia Moschella, la nostra grande speranza, che ha scritto il testo per un meraviglioso “libro da parati” pubblicato da VerbaVolant edizioni, Il gran balùn.

Insomma, ne abbiamo per tutti i gusti, in questa Siracusa che scrive.